in

Come perdere peso in modo sano e naturale

È risaputo che la perdita di peso si ottiene attraverso l’eliminazione dell’adipe e dei liquidi in eccesso, nonché delle escrezioni intestinali e renali. Tuttavia le regole fondamentali per dimagrire in maniera sana, naturale e duratura prevedono di bruciare più calorie rispetto a quelle introdotte con l’alimentazione grazie ad uno stile di vita più dinamico e a un regime ipocalorico. Ciò significa muoversi di più evitando la sedentarietà prolungata e scegliere dei cibi leggeri ma sazianti, facili da digerire e nutrienti per riuscire a seguire la dieta dimagrante senza troppi sacrifici. Vuoi saperne di più? Allora, leggi i consigli che ti vengono proposti di seguito su come perdere peso in modo sano e naturale.

Che cosa bisogna mangiare per perdere peso?

Per perdere peso in modo sano e naturale cerca di prediligere gli alimenti ricchi di fibre, le proteine ad alto valore biologico e i carboidrati complessi, evitando invece gli alcolici e i cibi pieni di grassi, sodio e zuccheri semplici. Oltre a ciò, abituati a bere molta acqua e tisane per reidratarti, indurre la diuresi e disintossicarti. Inoltre, per favorire il calo ponderale ti suggeriamo di assumere integratori e bevande stimolanti del metabolismo che contengano ad esempio caffeina, teina e teobromina.

Come già accennato, i cibi più adatti a ritrovare una forma fisica armoniosa devono contenere poche calorie ed essere nutritivi, facili da digerire e sazianti. In più, è preferibile che siano preparati ricorrendo a tecniche di cottura delicate, come il vapore e la bollitura, oppure, se possibile, consumati a crudo o marinati con olio, aceto, succo di limone e spezie.

Quali sono gli alimenti più efficaci per dimagrire

I cibi più idonei al dimagrimento sono quelli che contengono pochi grassi e zuccheri semplici e un buon contenuto di proteine, carboidrati complessi, fibre e micronutrienti. Ad esempio, sono particolarmente proteici gli alimenti di origine animale come la carne magra (pollo e tacchino privati della pelle), l’albume d’uovo, il pesce magro (sogliola, merluzzo, nasello) e i latticini light come lo yogurt, i fiocchi di latte e la ricotta.

Puoi ricavare proteine di qualità anche da alcuni cibi vegetali come i derivati della soia, per esempio il tofu, e i legumi a basso contenuto calorico (piselli, lupini, lenticchie verdi, gialle o rosse). Inoltre, per assumere proteine, acidi grassi, sali minerali e molte altre sostanze utili al benessere psicofisico, non dimenticare i superfood come le alghe commestibili, tra cui nori (proteica), dulse (ricca di ferro), kelp (anticellulite) e spirulina (detox), la frutta secca, sia in guscio che essiccata, e i semi oleosi (ad esempio, i semi di chia e quelli di lino). È bene precisare che la frutta secca e i semi oleosi possono essere assunti in piccole quantità per rompere il digiuno, rinvigorirsi o arricchire le pietanze poiché sono cibi davvero ipercalorici.

Per ciò che riguarda i carboidrati complessi e le fibre, la loro fonte ideale sono i cereali integrali, ad esempio avena, riso, mais, orzo e frumento (da cucinare o assumere in fiocchi o soffiati), e la crusca, da sfruttare anche sfusa, in compresse o in bastoncini. In merito a dove trovare una grande quantità di vitamine, sostanze antiossidanti, fibre idrosolubili e sali minerali, ti suggeriamo di mangiare la frutta fresca povera di zuccheri semplici come i frutti di bosco, gli agrumi, l’anguria e l’avocado, quest’ultimo senza esagerare perché è un frutto grasso. Allo stesso scopo consuma verdure light da preparare in insalata, ad esempio il sedano, i cetrioli, la lattuga, il finocchio e i ravanelli, o da cucinare, come gli asparagi, la barbabietola, i broccoli e il cavolfiore.

Gli ortaggi possono essere consumati, oltre che interi o a pezzi, anche sotto forma di zuppe, brodi, passati, minestre, frullati, spremute e centrifugati ai fini sazianti, detox ed energetici. Per condire a crudo e cucinare gli alimenti prediligi l’olio extravergine d’oliva, il sale iposodico e le miscele di spezie come il curry. Per addolcire ricorri ad un uso moderato di dolcificanti ipocalorici, come la stevia o il fruttosio in polvere, ed edulcoranti da tavola in gocce, ma anche di miele, melassa e zucchero integrale di canna o cocco.

Bevande e aromi naturali per stimolare il metabolismo

  • Per perdere peso con efficacia è opportuno assumere bevande e spezie che stimolino il metabolismo e consentano di bruciare i grassi accumulati. Ecco alcuni esempi:
  • tè verde: contiene metilxantine che inducono la lipolisi;
  • peperoncino piccante: il principio attivo è la capsaicina, potente brucia-grassi;
  • caffè nero: è ricco di xantine, che aiutano a smuovere i lipidi immagazzinati;
  • cannella: uno dei suoi principali composti è l’aldeide cinnamica, che contribuisce ad incrementare il dispendio energetico;
  • caffè verde; contiene acido clorogenico, utile per controllare la glicemia;
  • pepe nero: le sue virtù sono dovute alla presenza di piperina, sostanza che permette di bruciare più calorie e prevenire l’accumulo dei grassi;
  • curcuma: al suo interno si trova la curcumina, d’aiuto per drenare i liquidi e consumare i lipidi accumulati;
  • zafferano: è ricco di vitamine del gruppo B, indispensabili per metabolizzare i macronutrienti.

Quali sono gli sport più adatti alla perdita di peso?

Per perdere peso in modo sano e naturale devi anche praticare dello sport, per almeno un’ora al giorno, perché ti permette sia di ricavare energia dagli zuccheri e dalle riserve lipidiche, sia d’incrementare la muscolatura, in modo da accelerare il metabolismo e bruciare calorie persino stando a riposo. Le principali attività sportive consigliate per dimagrire sono:

  • Danza moderna
  • Nuoto
  • Arrampicata libera
  • Corsa
  • Ciclismo
  • Aerobica
  • Camminata veloce

Concludendo, ti ricordiamo che prima di effettuare l’allenamento aerobico è importante iniziare con un riscaldamento di circa 10 minuti per evitare gli infortuni. Inoltre, secondo gli esperti di fitness è bene alternare l’attività aerobica agli esercizi di tonificazione sia per rendere il work out più efficace sia per prevenire la diminuzione della muscolatura conseguente ad un allenamento cardio troppo prolungato. Infine, è indispensabile non trascurare le fasi di defaticamento e di stretching che servono a ridurre la frequenza cardiaca, normalizzare il respiro ed eliminare l’acido lattico prodotto con il training. Se sei interessato ad approfondire questa tematica e ad intraprendere un percorso sano e duraturo in merito alla dieta e al benessere del tuo corpo, puoi visitare il sito ilkino.it.

What do you think?

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

    Allenamento per i glutei con manubri, esercizi e benefici

    Come curarsi una lombalgia muscolare