Menu
in

Medicina tradizionale vs rimedi naturali

Fin dall’antichità sono molti i rimedi che la natura ha offerto all’uomo per alleviare le sue sofferenze. Dai poteri curativi sulla pelle della pianta di aloe fino all’utilizzo del tea tree Oil per alleviare arrossamenti e ferite, la natura ci ha sempre offerto modi estremamente semplici e naturali per curarci. Sono tanti, infatti, i rimedi naturali utilizzati dai nostri antenati, da nostri nonni in particolare, per curare ogni tipo di ferita o alleviare dolori. E’ chiaro che, in alcuni, casi si trattava di rimedi non propriamente efficaci ma di semplici credenze popolari. Tuttavia, in altri, vi era davvero una proprietà di quel determinato elemento in grado di offrire realmente sollievo. E’ chiaro che sebbene la natura sia spesso venuta in nostro aiuto, con il passare del tempo, è stato necessario dedicare studi approfonditi a determinate malattie per le quali, apparentemente, non vi era cura. E’ così che nasce la cosiddetta medicina tradizionale, la stessa che attraverso anni e anni di ricerca è riuscita a debellare virus che hanno decimato le popolazioni come la malaria o una semplice polmonite. Nonostante la medicina tradizionale detenga il primato in termini di efficacia, anche i rimedi naturali continuano ad essere utilizzati continuando ad offrendo sollievo a chi è affetto da determinate patologie.

La medicina naturale e le patologie neuro degenerative

Se nel caso di patologie come bruciature e arrossamenti della pelle i rimedi naturali più efficaci sono sicuramente oli essenziali e gel all’aloe vera, così non è per altre patologie che comportano conseguenze ben più gravi, tra cui forti dolori articolari e difficoltà di respirazione. In quest’ultimo caso alla medicina tradizionale, può venire in aiuto la medicina su base naturale. In che modo? Uno degli strumenti più utilizzati per combattere gli effetti di malattie neuro degenerative come ad esempio i dolori derivanti dal Parkinson, è sicuramente la canapa legale. Quest’ultima consente a pazienti affetti da forti dolori articolari di rilassare i muscoli, alleviando il dolore. Si tratta di un rimedio naturale che non ha controindicazioni, in quanto il rilassamento del corpo è causato dalle proprietà naturali della canapa. Al contrario della marjiuana illegale, infatti, la cannabis legale non viene mischiata ad altre sostanze tossiche ma viene venduta esattamente per come viene raccolta. Contrariamente ai pregiudizi, se usata responsabilmente la canapa legale consente di ottenere a persone affette da tali tipologie di malattie, di ottenere benefici non indifferenti.

I benefici sulla mente della medicina naturale

E’ chiaro che, nel momento in cui si è affetti da malattie neuro degenerative come il Parkinson o la SLA, oltre al dolore fisico, una componente fondamentale che incide molto sulla malattia è sicuramente quella emotiva. La consapevolezza di essere affetti da una malattia in grado di distruggere lentamente il nostro corpo è, infatti, devastante a livello mentale causando livelli di ansia e stress difficilmente gestibili. La canapa legale rappresenta, anche in questo senso, un valido strumento di aiuto. Attraverso il rilascio di ormoni come la dopamina, il consumo di canapa legale consente alla persona malata di usufruire di una sensazione di rilassamento alleviando, anche se solo momentaneamente, ansia e stress. Sebbene in Italia quest’ultima risenta della politica proibizionista imposta dal paese, la canapa legale è ormai un rimedio naturale molto utilizzato, soprattutto in paesi progressisti in grado di riconoscere le proprietà curative di questa sostanza.

Written by admin

Leave a Reply

Exit mobile version